Caro diario – Italiani al volante 1

alvolante1alvolante2alvolante3alvolante4alvolante5alvolante6alvolante7alvolante8

Annunci

14 Risposte

  1. Sono un unicorno rosa della circolazione stradale e (se piglio l’auto di mio padre) guido un SUV… mi rendo disponibile per foto copertine per il National Geographic, telefonare ore pasti. 😀

    29 agosto 2015 alle 16:41

    • Sid

      ok, stampo il tuo commento e lo affiggo alla bacheca dei roundaboutwatcher:-)

      29 agosto 2015 alle 21:04

  2. Vittorio Milone

    Adoro “Caro Diario”,
    complimenti sei davvero bravissimo e mi fai sempre ridere!
    Aspetto con impazienza la continuazione della storia!
    Saluti, Vittorio

    30 agosto 2015 alle 13:27

    • Sid

      grazie mille Vittorio.

      30 agosto 2015 alle 17:54

  3. steman

    …FANTASTICISSIMO!!!….ma c’è da piagne!!!

    1 settembre 2015 alle 16:06

    • Sid

      grazie steman:-)

      7 settembre 2015 alle 09:30

  4. Christian

    Ammetto che se avessi quella panda corazzata (o qualche auto da Destruction Derby opportunamente rinforzata) lo farei più che volentieri il giochino dell’inchiodata a che ti sta attaccato alla targa… e un paio di volte una toccatina ai freni tanto per far accendere le luci e far venire la strizza a quello dietro l’ho data, ma meglio tacere i risultati.
    Sulle frecce in rotonda, c’è da dire che non c’è assolutamente chiarezza (soprattutto nel codice). Vedo mettere frecce a destra prima di entrare, che poi diventano frecce a sinistra, o viceversa… insomma BOH!

    6 settembre 2015 alle 17:20

    • Sid

      Ciao Christian, a onor del vero la freccia interna nelle rotonde la uso poco. solo nelle rotonde grandi, se c’è in po’ di traffico. Oppure se non devo svoltare e vedo qualcuno dall’aria “io mi infilo comunque”. La freccia in uscita invece la uso. sopratutto se vedo auto in inserimento che rallentano per capire se esco o no. Non metto la freccia le volte che la rotonda è deserta e non ho nessuno da avvisare che sto per svoltare. I due colpetti leggeri a pedale per far accendere le luci degli stop e fare capire allo scemo che mentre sorpasso mi sta incollato al paraurti di stare più indietro, qualche volta li uso anche io:-)

      7 settembre 2015 alle 09:39

      • Ugo

        anni fa ho scritto un libercolo di sicurezza stradale per motociclisti e mi ero informato sulla cosa.
        secondo quello che avevo trovato, la circolazione in rotatoria viene trattata come in un “tratto di strada curvo”, quindi la freccia interna sarebbe necessaria solo per spostarsi da una corsia esterna ad una più interna. quella in uscita dovrebbe essere usata sempre.
        io ho sempre consigliato di fare la cosa più logica, oltre a quella obbligatoria: mettere quella interna dice a chi ci abbiamo intorno che continueremo a girare, quindi che passeremo davanti chi si deve immettere e a chi deve uscire da una corsia più interna (e che ci devono dare precedenza entrambi…). quella in uscita dice che chi aspetta alla prossima immissione può entrare.

        ah, comunque in autostrada con quelli attaccati al sedere io freno.
        poi non dite che non vi avevo avvertito.

        (che mi chiedevo: adesso tutte le macchine superfighe hanno radar e freni automatici per mantenere le distanze di sicurezza. come cavolo fanno a fare gli stronzi lo stesso??…)

        25 dicembre 2015 alle 10:58

      • Sid

        Secoli fa, a scuola guida mi insegnarono a tenere accesa la freccia interna in percorrenza. Qualche settimana fa per curiosità ho cercato velocemente in rete e da qualche parte ho letto che il ministero dei trasporti (almeno mi pare) per venire a capo del caos a proposito di rotonde e frecce ha chiarito che la freccia sinistra va attivata in ingresso alla rotonda e poi tolta. mentre la destra va attivata in uscita.
        Francamente metterla in ingresso mi sembra un poco inutile. Io in moto continuerò a fottermene e usare la sinistra in percorrenza se ho auto attorno e/o in arrivo. Preferisco che sappiano quello che farò. Almeno così ho qualche chance in più che non mi stendano tagliandomi la strada.

        25 dicembre 2015 alle 11:30

  5. Giovanni Bonafè

    Piccola precisazione. È davvero matematicamente impossibile che nove su dieci guidino meglio della media? Supponiamo che su dieci automobilisti uno sia ottimo (diciamo da 10), due molto bravi (9) e sei bravi (8). Poi ce n’è uno indecente (diamogli 3).
    La media è [10+(9×2)+(8×6)+3]/10 = (10+18+48+3)/10 = 79/10 = 7,9
    Perciò nove su dieci guidano meglio della media.
    Ok, era solo un esempio.

    13 dicembre 2015 alle 18:14

    • Sid

      Eh, lo so, lo so. Hai perfettamente ragione. Dovrei pensare prima di scrivere (disegnare e fare tutto il resto). Mi dicono che avrei dovuto scrivere “mediana” invece che media.

      13 dicembre 2015 alle 18:19

  6. Andrea

    Sei stato preveggente in merito alle frecce; in questo articolo di repubblica la dimostrazione
    http://www.repubblica.it/motori/sezioni/attualita/2016/01/07/news/gli_indicatori_di_direzione_a_rischio_di_estinzione-130661207/

    8 gennaio 2016 alle 14:15

    • Sid

      ahhh fico. Ci sono andato vicino con le percentuali.

      9 gennaio 2016 alle 19:09

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...