Caro Diario – Trekking e posture

Ho postato sul Post (lo so, lo so, non sono mai pago di questa cacofonia) un nuovo racconto disegnato. Narra di monaci buddisti neozelandesi, asciugacapelli morbidosi, sguardi canidi, ginocchia ribelli, Bruti di Gipi, gestori di rifugi con la sindrome di Arnold, mutande settimanali, zaini panda, mosche da compagnia, orchi rotolanti e pessimo inglese.

trekking e posture1

Annunci

2 Risposte

  1. Pensi di fare qualche altra gita in Val d’Aosta? Se ti capita di salire a Valtournenche, fa’ un salto a trovarmi. Dove abito io ci sono un ex capitano di lungo corso e un altro tipo che per sbarcare il lunario ha tra l’altro fatto l’orso in Canada: sono più che certo che la tua avventura notturna infrasettimanale a Voghera susciterà il loro interesse.
    Ah, ti piace il génépy? Qui ne facciamo un uso smodato.

    12 luglio 2016 alle 22:39

  2. Sid

    sono spesso in Val d’Aosta. Mi rifugio in una casettina vicino a col de joux. Se mi mandi via email il tuo numero di cellulare via email, una volta che sono su magari passo a salutare. ciao tartaro(chiocciola)tiscali.it

    13 luglio 2016 alle 10:34

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...