Caro diario – Clienti tosti

È uscita sul Post una nuova storiella sui clienti borderline.
Racconta di clienti che inducono al suicidio, mosaici disegnati, lavandini omicidi, pagamenti ritardatari, contabili con la fobia per la peluria, clienti insistenti, divinità sumero-grafiche, imbiancature fisiologiche, nuvole che spaventano, cani di nome “tonto” e scanner punitivi.
Ok, non è nuova. Fu una delle prime che storie di caro diario che disegnai. Ma… l’ho colorata e reimpaginata perché aveva un bizzarro formato allungato ed era molto fitta come testo. Ora ha qualche pagina in più ed è meno claustrofobica
Giustamente qualcuno dirà: ma, da lettore, credi davvero che me freghi qualcosa dei tuoi problemi d’impaginazione?
Ovviamente no, però mi piace tediare il prossimo.

cliente tosti1

Annunci

Una Risposta

  1. Eh, sì: i clienti – come anche i direttori editoriali – non ammettono che alle loro richieste si risponda ponendo un qualsivoglia problema, a meno che non si dia, immediatamente dopo, pure la relativa soluzione ottimale.
    (D’altra parte, però, che un cliente pretenda da te la soluzione del problema che tu stesso hai posto si può anche comprendere, mentre davanti a un direttore editoriale che ti guata con severo disprezzo non puoi fare a meno di chiederti ma come diamine è riuscito a far carriera questo incapace?)

    12 agosto 2016 alle 09:51

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...