Immagine

Rifugi chimici

rifugichimici

Annunci

11 Risposte

  1. Geniale!

    17 agosto 2016 alle 16:51

  2. Ugo

    da te mi sarei però aspettato la registrazione del dominio imbulloniamoaterrastirifugi.it
    sì, sono davvero andato a guardare…

    17 agosto 2016 alle 22:12

  3. Si tratta di un megacomplotto planetario ordito dai produttori di bulloni.

    17 agosto 2016 alle 22:30

  4. Per portare al fallimento il complotto basterebbe organizzarsi in più comitive, le quali dovrebbero marciare sul rifugio partendo nello stesso momento da punti a due a due diametralmente opposti e tenendosi in contatto radio. Calpestando nel medesimo istante le pietre instabili rinvenute sui rispettivi sentieri, queste invierebbero all’antenna radio del cingolato impulsi contrastanti, finendo per mandare in stallo tutto il complesso marchingegno.

    17 agosto 2016 alle 22:43

    • Claudio,
      Il disegno non da’ certezze in proposito, ma immagino il rifugio sia eretto su pilastri telescopici, in modo da reagire – abbassandosi e scomparendo nel ventre della montagna – in caso di impulsi contrastanti, provenienti da direzioni opposte.

      Mr Tartarotti,
      Quale rifugio ti ha fatto questo scherzo di allontanarsi sempre più? Uno in particolare? Hai provato a barare e ad arrivare in auto (tipo rif. Chivasso al Nivolet, tra Piemonte e Val d’Aosta)?

      Cerèa a tutti
      Claudio (un altro)

      18 agosto 2016 alle 12:10

      • Sì, Claudio, è anche possibile che il marchingegno in determinate situazioni faccia abbassare il rifugio nel ventre della montagna, ma secondo me non è affatto probabile: il marchingegno è stato chiaramente ideato allo scopo di far «vedere il rifugio a una distanza costante, nonostante tu ti stia avvicinando»; farlo scomparire equivale a fallire l’obiettivo.
        Ca staga bin.

        18 agosto 2016 alle 19:11

      • D’accordo, ma l’ipotesi di due o piu’ gruppi di scarpinatori provenienti da direzioni differenti e diretti verso il rifugio che “(c)alpestan(o) nel medesimo istante le pietre instabili rinvenute sui rispettivi sentieri” renderebbe impossibile al rifugio semovente allontanarsi da un solo gruppo di scarpinatori. Ed ecco l’ipotesi che il marchingegno vada in stallo: come l’abbiamo prevista noi (tu, in effetti), cosi’ la prevederebbe il programmatore del marchingegno. E per evitare lo stallo, la sparizione sottoterra dell’intero rifugio e’ un male accettabile (minore rispetto al consentire agli scarpinatori di raggiungerlo).

        E vorrai mica che gli stremati scarpinatori raggiungano il rifugio, eh???

        Buona serata
        Claudio Piombetti

        18 agosto 2016 alle 19:28

  5. Sid

    forse ci sono due copie identiche del rifugio gestite da coppie di gemelli. Una per ogni direzione del sentiero.

    20 agosto 2016 alle 14:48

    • Stanno però studiando la soluzione finale: nessun rifugio, né fisso né semovente, bensì ologrammi controllati via satellite, cui si aggiungerà un complesso sistema di diffusori, azionati dalle solite pietre instabili, per l’emissione di aromi caratteristici (polenta concia, fonduta con o senza tartufo, grigliata mista, caffè dell’amicizia, génépy, eccetera), ovviamente sintetici, con cui si indurranno gli escursionisti a persistere nella ricerca del rifugio, fino all’esaurimento di ogni loro energia fisica e psichica.

      20 agosto 2016 alle 18:12

  6. Sono un po’ deluso che tu non abbia registrato il dominio http://www.imbulloniamoaterrastirifugi.it e non abbia avviato un nuovo blog a sfondo complottista!

    20 agosto 2016 alle 17:13

    • Sid

      sarebbe una bella idea ma sono troppo pigro:-)

      23 agosto 2016 alle 09:35

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...