Archivio per dicembre, 2019

Immagine

Direttamente dal cuore


Lo stupidoroscopo del 2020

Qualche giorno fa, dopo aver consumato delle orecchiette condite con del tofu parecchio d’annata, ho cominciato ad avere una certa nausea e strane visioni del futuro. L’ultimo ricordo che ho, sono io, visto dall’alto, mentre cerco carta e penna.
Al risveglio avevo un saporaccio di morte e Lega in bocca e questo strano oroscopo, vergato con calligrafia canina, al mio fianco.
Qualcuno dirà “però non fa granché ridere.”
Ehi, ero semi-intossicato dal tofu scaduto, è già tanto che sia ancora vivo.


Beyond Exploration – Prima tappa – Deserti e mezzi cammelli

Un brevissimo riepilogo dei 22 giorni di marcia di Francesco nel deserto di Atacama.
Comunque, quel pazzo ha trascinato un carrello pieno di acqua, viveri e attrezzature fino a quota 4200 metri, lungo delle sterrate.
Quel coso carico peserà almeno un’ottantina di kg, credo. Devo chiedergli quanto pesa esattamente quell’affare.
Io sarei morto dopo cento metri
Per seguire la traversata ecologica di Francesco questi sono i link:
www.facebook.com/MagistraliFrancesco/
www.instagram.com/beyond.exploration/
www.beyond-exploration.com


La politica spiegata alle minilepri

Per alcuni giorni, durante i consueti giri col canide sulla collina dietro casa, ho notato che le minilepri mi fissavano con insolita intensità. Come se volessero qualcosa da me.
Vista l’espressione omicida che la cana assume ogni volta che adocchia una lepre, mi è sembrato più salubre ignorarle.
Finché ieri, spazientito dalle continue occhiate interrogative, ho legato il guinzaglio della cana a un albero e mi sono avvicinato alle minilepri.
A sorpresa, queste si sono dimostrate delle campionesse nel gioco dei mimi. Difatti, nell’arco di pochi minuti, ho capito che:
Primo, le minilepri sembrano misteriosamente ossessionate dalla saga di Star wars.
Secondo: ciò che più volevano era una sintesi grafica dell’attuale panorama politico, anche in relazione al tradizionale posizionamento destra-sinistra.
Ho provato a obiettare che uno schema di quel tipo rischiava di risultare eccessivamente semplicistico, ma una lepre più anziana delle altre mi ha morso un polpaccio, convincendomi a desistere dal sollevare obiezioni.
Ecco lo schemino che ho disegnato per loro.


La vita un po’ così

Entro 90 giorni il tribunale di Torino deciderà se accogliere la richiesta della Procura di sottoporre a sorveglianza speciale Maria Edgarda, Jacopo e Paolo.
Perché la vita è un po’ così. Parti volontario al fianco dei curdi per combattere la più pericolosa e sanguinaria organizzazione jihadista degli ultimi trent’anni.
Un califfato che ha invaso e terrorizzato una larga porzione di Medio Oriente, creando, per via della sua rapida espansione, forti timori anche in Europa.
Poi torni in Italia e vieni considerato un criminale.


La Lega bigusto

Due tessere: una per la vita quotidiana e una per le serate importanti.


Immagine

Il dono


Comunicazione di servizio

Sto finalmente pulendo il bagno.


Renna 4WD

Ieri pomeriggio ho finalmente finito e inviato dei bozzetti di lavoro a cui ho lavorato abbastanza febbrilmente negli ultimi dieci giorni.
Una volta inviati, mi sono fatto un caffè e ho pensato “potrei fare un disegnino cretino di una renna pazza sulla neve da mandare ad amici e clienti, oppure pulire il bagno che, tralasciato sempre per via della suddetta consegna, necessiterebbe di una seria passata.
C’è stata una scelta sofferta in cui ha prevalso il buon senso.

Spero vi piaccia questa renna a trazione integrale:-)


Vito

eri ho finito il farmaco che mi fanno prendere per curare la mia stupidità precoce.
Così stamattina mi sono detto, “piglio la cana e vado in farmacia da Vito”.
Ho tirato fuori dal cestino della carta la confezione vuota e l’ho fissata, così da stamparmi in mente il nome del farmaco. L’ho ricestinata, ho fatto due passi e già non me lo ricordavo più.
Sono tornato indietro e ho rifissato a lungo la scatola per scolpirla per bene nel mio encefalo.
Ho notato che la cana mi stava guardando esasperata, per cui ho borbottato “Va beeeene. Ho capito” e ho fotografato col cellulare la confezione.
Arrivato da Vito, non ricordavo in quale tasca avevo il telefono, così sono andato a memoria.
Me la sono cavata bene. Forse.
Secondo me, i farmacisti più bravi, come Vito, vengono addestrati per mesi affinché imparino a leggere sullo sguardo smarrito dei clienti il nome del farmaco che questi non riescono a ricordare.


Fantasmi

Pochi giorni fa la commissione Bilancio del Senato ha bocciato un emendamento alla legge di bilancio che avrebbe messo in regola i cittadini #extracomunitari che vivono e lavorano in Italia ma non hanno i documenti per essere assunti regolarmente.
La Proposta era arrivata alla commissione come parte della campagna “Ero Straniero”, e sostenuta dai senatori Emma Bonino, Loredana De Petris, Vasco Errani, Pietro Grasso, Francesco Laforgia, Gregorio de Falco, Maurizio Buccarella, Michela Montevecchi e Gianni Marilotti.
È stata bocciata dalla maggioranza.


Immagine

Il sovranismo spiegato con l’umidità


Immagine

Boris stravince


Salvinie fetish

Ho pensato che un Salvinie fetish potesse dare molta gioia a tutti, sia ai critici del leader verdenero e che ai suoi molti estimatori. Quindi ho disegnato questo allegro capitan Latex.
Ho pensato male?
Ok. Ho pensato male.
Dai. Non fate quelle facce. Si scherzava.
Mettete giù quei sacchi di nocciole, non c’è bisogno di arrabbiarsi.
SAVOINI! SAVOINI!


Moschetti e nocciuoli

Disegno fatto a proposito della sciocchezza detta da Salvini la settimana scorsa.
Io lo faccio solo per aiutare la comunicazione leghista.
Mi sembra possa essere efficace. Si invita a contribuire allo sforzo nocciolo e allo stesso tempo si ammica all’elettorato di estrema destra.


Il pacco Isa

Vi ricordate la faccenda del surplus domestico di buste imbottite del formato sbagliato?
Ci sono stati degli sviluppi nelle ultime settimane.


Salvini sente cose

Il Servizio Sanitario Nazionale ricorda al signor Salvini che se parli spesso con la Madonna è segno di grande fede. Se quella ti risponde è schizofrenia.
Si rivolga pure presso una delle nostre strutture per le emergenze. Sono aperte (incredibilmente) anche di notte.


Immagine

Panico telefonico


Tartaspaventalagente

Mi ha appena chiamato un cliente molto simpatico dicendomi che c’erano da fare quattro piccole modifiche a un disegno che ho consegnato qualche giorno fa. Gli ho risposto che ero in giardino a lavorare con la motosega e che però avevo praticamente finito. Ho detto anche di mandarmi le indicazioni via e-mail. Abbiamo scherzato sulla motoseghe e i film dell’orrore.
Così, per ridere, ho fatto una foto e gliel’ho mandata. Piu tardi è arrivata la sua e-mail. Le modifiche erano diventate solo due.
Ho subito preso un appunto su un post-it a proposito del nominare più spesso la motosega quando mi chiamano per delle modifiche.

Immagine

Incubittico