Archivio dell'autore

Il baffo

A inizio settimana ero a pranzo alla trattoria Stella e, notando i molti bei fiori che Franca e Giorgio hanno sulla terrazza sul retro, ho chiesto consiglio su dove comprare una pianta di limone in vaso.
Giorgio si è avvicinato e abbassando la voce ha detto: “il giovedi mattina, dalle 11:15 alle 11:30, vai al mercato di Agazzano, all’angolo sud della piazza e chiedi del baffo, ma non dare nell’occhio.”
Così ho fatto. Giovedì sono andato al mercato di Agazzano e mi sono diretto verso la rivendita di piante nell’angolo sud della piazza.
La conversazione è stata più o meno questa.


Amnesty Turchia

Ieri a Instanbul si è concluso il processo a carico di undici difensori dei diritti umani i cui arresti erano avvenuti tre anni fa con false accuse di terrorismo.
Taner Kılıç, ex presidente e presidente onorario di Amnesty International è stato condannato a sei anni e tre mesi di carcere.
İdil Eser, ex direttrice di Amnesty International Turchia, Özlem Dalkıran e Günal Kurşun sono stati giudicati colpevoli e condannati a 25 mesi di carcere.


Limonestein

Col suo fissarmi muto, Il rospo del portico sta cercando da giorni di convincermi a provare a coltivare un limone in vaso (da tenere in casa in inverno). 
Riguardo a questa silenziosa proposta, la cana mi è sembrata più scettica.
Che fare?
A- Vai col limonestein.
B- Con il tarta-pollicegrigio quel limone sarebbe spacciato entro un paio di mesi.
C- Lascia perdere il limone e comincia a costruire il mini pollaio per le tre galline che volevi prendere.
D- EallorailPD?
E- Ti tocchi.
F- Altro


Yulia Tsvetkova

Due giorni fa una trentina di uomini mascherati e in divisa paramilitare ha teso un agguato e aggredito Xenia Sobchak e due membri della sua troupe. 
Xenia Sobchak, nota presentatrice tv russa e candidata anti-Putin nel 2018, è una degli intellettuali che si sono schierati in difesa di Yulia Tsvetkova, disegnatrice ventiseienne, attivista femminista e Lgbt, che rischia una condanna a sei anni di carcere per aver pubblicato sui social fumetti stilizzati con donne nude accompagnati dalla scritta “La famiglia è dove c’è amore”.


Ustica

Oggi ricorre il quarantesimo anniversario della strage di Ustica.


Oro trasparente

Uno studio commissionato da The Guardian ha rilevato che nell’ultimo decennio in dodici città statunitensi il costo dell’acqua potabile ha avuto una crescita media dell’80%.
A New Orleans una casa su cinque è stata scollegata dall’acquedotto causa bollette non pagate.


Immagine

Bagno di folla di Trump a Tulsa


Frigolandia

Il sindaco leghista di Giano dell’Umbria ha dichiarato guerra a #Frigolandia, il museo-archivio de Il Male e Frigidaire creato da Vincenzo Sparagna (uno tra i fondatori di entrambe le storiche riviste). In tutta Italia si stanno raccogliendo le firme per salvare Frigolandia dallo sgombero.Perdinci, firma anche tu.
Ecco il link https://www.change.org/p/al-presidente-della-repubblica-sergio-mattarella-salviamo-la-repubblica-dell-arte-di-frigolandia-dall-assurda-minaccia-di-sgombero


La Corte di giustizia europea vs Orbán

Tre giorni fa la Corte di giustizia dell’Unione europea ha giudicato discriminatorie e ingiustificate le restrizioni, varate nel 2017 dall’#Ungheria, al finanziamento dall’estero delle attività delle Ong.
L’obiettivo di #Orbán era quello di ridurre al silenzio le voci critiche e spingere l’opinione pubblica a togliere sostegno a organizzazioni che lottano per i diritti umani, la giustizia e l’uguaglianza.


Amadeus

Il numero di Giugno di Live Performing Arts con in copertina il mio disegno di Ezio Bosso è acquistabile cartaceo o pdf sul sito della rivista. https://www.musicaeculturamagazine.it/acquista-live-performing-arts/

Questa invece è una ministoriella che alcuni mesi fa disegnai per loro a riguardo della catastrofica conferenza stampa pre-Sanremo in cui Amadeus inanellò una serie gaffe.


Sovranisti sbadati

Alcuni giorni fa, durante un’esercitazione, forze militari polacche hanno invaso per sbaglio la Repubblica Ceca con Humvee, armi anticarro e dispositivi elettronici, occupando un’area sul lato ceco del confine.
Hanno allontanato in malo modo giornalisti cechi e cittadini perplessi che si erano avvicinati per chiedere cosa diamine stesse succedendo.
Poi hanno ricevuto ordine di ritirarsi. Successivamente il governo polacco si è vagamente scusato.
L’esercitazione era stata organizzata per addestrare reparti paramilitari di ragazzi e ragazze sostenitori del partito sovranista di maggioranza.
In molte nazioni stanno andando al potere forze nazionaliste, col culto della politica estera muscolare e alcune stanno creando pure forze paramilitari di giovani sostenitori del loro leader al potere.

Mi chiedo “Cosa potrebbe andare storto? cosa?”


Si senta pure libera di non scegliere.

In Umbria la governatrice leghista ha cancellato la possibilità di aborto farmacologico in day hospital.
Aggiornamento:
scusate. Parrebbe che io abbia riportato la notizia in modo errato. Fidandomi di una testata giornalistica solitamente attendibile.
A quanto pare l’abolizione riguarderebbe solo la possibilità di assumere il farmaco abortivo in Day Hospital.

Mi spiace molto per l’errata informazione.
Prima di disegnare e postare, devo ricominciare a incrociare una notizia su più testate, indipendentemente dalla serietà di quella su cui l’ho letta.

.


Nubi scure all’orizzonte per il Movimento

Mi dicono che la vignetta sia un poco criptica.


Sarah Hegazi

Si è tolta la vita Sarah Hegazi, la giovane attivista arrestata In Egitto nel settembre 2017 per aver sventolato una bandiera arcobaleno a un concerto dei Mushrou Leila, una band molto famosa in Medio Oriente. Il leader della band è gay e, come il resto del gruppo, difende apertamente i diritti di gay e lesbiche.
Dopo due mesi di violenze fisiche e psicologiche da parte dei carcerieri, Sarah è stata rilasciata su cauzione. Riuscita ad ottenere la protezione internazionale in Canada, la giovane ha lasciato L’egitto per il paese nordamericano.
Purtroppo non è mai riuscita a lasciarsi alle spalle del tutto le violenze subite durante la prigionia.
Negli ultimi anni in Egitto la repressione nei confronti degli omosessuali è in costante aumento.


Zohra

In Pakistan, nel Punjab una bambina di otto anni di famiglia molto povera lavorava come domestica presso una giovane coppia benestante e accudiva il loro figlio di un anno.
Non si sa se accidentalmente o no, alcuni giorni fa la bambina ha liberato due pappagalli dalla loro gabbia. Per questo è stata percossa a morte dalla coppia.


Cervelli in overclocking

Vicino a Brunico, in Alto Adige, qualcuno ha ucciso a un’aquila reale che stava covando due uova nel suo nido.
È stata offerta una ricompensa di mille euro a chi fornirà informazioni utili all’identificazione del bracconiere responsabile del gesto.
Pochi giorni fa un’altra aquila reale è stata uccisa nelle Marche.


Trump nei guai (forse)

Malumori nel partito Repubblicano per come Trump ha gestito la pandemia e per come sta affrontando le proteste per la morte di George Floyd.


Circo Massimo

Ieri a Roma si è tenuto un raduno di neofascisti e militanti di estrema destra.
Prima si sono menati tra di loro, poi hanno caricato giornalisti e polizia, poi sono stati dispersi.
Al di là del ridicolo, è anche, nel suo piccolo, una perfetta metafora di come funziona il fascismo: superi una massa critica di persone poco sensate, poi fai parecchi danni al prossimo, al tuo paese e a te stesso, poi vieni sconfitto.


Stampe on demand

Venerdì pomeriggio sono andato a Piacenza e ho ritirato le stampe dalla copisteria.
Nei prossimi giorni le firmerò, imbusterò e spedirò ai patreonisti che le hanno richieste (avevo domandato se volevano una vignetta in particolare stampata su A4 e firmata).
Per i sostenitori patreon da cinque dollari al mese o più sarà tutto gratis. Per quelli da due dollari al mese, invece, potrei chiedere qualche euro per la spedizione (devo vedere quanto mi costa).
Sarebbe bello diventare patreonisti tarta-cana? E, con pochi dollari al mese, contribuire alla realizzazione di vignette e storie, vedere in anteprima i disegni, materiale in esclusiva e ricevere piccoli regali e cana-gratitudine?
Ma è possibile. Basta andare su www.patreon.com/tartarotti
e iscriversi.


L’anziano sul marciapiede

Scusate, in questi giorni sto disegnando spesso cose poco allegre.
Tra i tanti video che documentano episodi di brutalità della polizia negli Usa in questi giorni, sta circolando proprio in queste ore un gran brutto video girato a Buffalo, che mostra un signore anziano e magro che tenta di parlare con due poliziotti mentre stanno avanzando sparsi assieme a molti altri colleghi.
I due poliziotti lo spintonano con grande violenza e l’anziano cade perdendo i sensi mentre una piccola pozza di sangue comincia ad allargarsi sotto al cranio e una parte dei poliziotti continua a camminare.
Per ora l’uomo è vivo ma in gravi condizioni, i due poliziotti, sospesi.


L’elefante indiano

Alcuni giorni fa una femmina di elefante incinta, uscita in cerca di cibo dalla foresta del Silent Valley National Park in India, ha mangiato un ananas riempito di petardi. Anche se illegali, queste esche esplosive vengono usate per allontanare i cinghiali dalle coltivazioni
L’esplosione ha ferito gravemente l’animale che, terrorizzato e sofferente, ha cercato sollievo nelle acque del fiume Velliyar.
Inutili i tentativi per salvarla. È morta in riva al fiume.


Foreste vergini

Nel 2019 sono stati distrutti 3,8 milioni di ettari di foresta vergine. L’equivalente della superficie della Svizzera.


Conference call

Ieri pomeriggio un forse-nuovo-cliente, gentile e simpatico, mi ha invitato a una conference call di presentazione.
Nell’attesa, ho scaricato l’app sul nuovo laptop (visto che ha un microfono migliore), ho indossato dei jeans puliti e una camicia scura, ho ruotato il laptop in modo non si vedesse come sfondo solo la libreria dello studio (che è un casino) ma che inquadrasse anche la tavoletta monitor e gli altri computer.
Per ultimo ho ingrandito sulla tavoletta monitor un cana-disegno a colori che stavo terminando.
La videoriunione è andata bene.
Poi, giusto appena dopo i saluti finali, mi sono accorto d’avere la patta aperta.


The walk

Lunedì Trump si è recato alla chiesa antistante la Casa Bianca per farsi scattare delle foto davanti all’edificio danneggiato domenica dai disordini.
Per aprire un percorso sicuro al passaggio del presidente, 25 minuti prima del coprifuoco, la polizia e la Guardia Nazionale hanno disperso le persone che stavano manifestando pacificamente.
Per farlo hanno usato lacrimogeni, granate stordenti e i manganelli. È stata aggredita anche una troupe australiana che stava filmando.
Sia la vescova della chiesa episcopale di Washington, che ha assistito alla scena da lontano, che il sindaco della capitale hanno criticato l’uso gratuito del gas e delle granate stordenti su manifestanti pacifici.