fumetto

Immagine

Salvinie opposizione


La manovra Renzi spiegata col naviglio


Festa del miele

Domenica 29 settembre ci sarà la festa del miele a Piozzano.
Per Piozzano è la festa annuale più importante.
Ok, ok. parliamo di un comune di seicento abitanti, mica Parigi. Sono alcune bancarelle in piazza e gente che mangia, beve e balla.
Io e la cana faremo un salto a vedere “cosa” si mangia. Solo per documentare, eh. Mica per gola.
In ogni caso sembra che questa festa del miele sia abbastanza conosciuta in zona (per la bontà del miele) e che quel giorno dell’anno i piacentini sciamino dalla pianura verso la val Luretta per farne scorta.
Almeno così mi hanno detto. Ma forse chi me l’ha detto, produce miele. Oppure me l’hanno detto delle api e quindi sono parecchio di parte e pure ronzanti.
Comunque, se dovete comprare del miele e volete cogliere l’occasione per salutare la cana, siete i benvenuti.


Te l’avevo detto

Vi ricordate di quando tutti mi dicevano “Tarta, non fare il tirchio. Non prendere un gruppo di continuità da quaranta euro per il computer. Farà schifo e durerà pochissimo.”
Beh, <borbotta mode ON> avevano ragione <borbotta mode OFF>.
Quindi, “tel’avevodetto” libero per tutta la settimana.


Immagine

In effetti è stato un poco bizzarro


Kaiser Giuseppi Soze

Ieri notte, pochi istanti prima di prendere sonno, nel mio cervello è balenato un dubbio, come un breve lampo lontano.
E se tutto quest’anno di demenza, propaganda, xenofobia, odio, caos, imbarazzi, papeeti, moto d’acqua, tunnel del Brennero, spread tonanti e alleanze ardite non fosse solo uno scherzo del destino cinico e baro?
Se una mente geniale e insospettabile avesse invece minuziosamente progettato, fin dall’inizio, di trasformare un’inutile carica da premier fantoccio in un nuovo incarico come Presidente del Consiglio ma dalla leadership reale?
Insomma: e se Kaiser Giuseppi Soze esistesse davvero?


Immagine

il Conte bis spiegato con lo stallo alla messicana