Illustrazioni

Sovranisti sbadati

Alcuni giorni fa, durante un’esercitazione, forze militari polacche hanno invaso per sbaglio la Repubblica Ceca con Humvee, armi anticarro e dispositivi elettronici, occupando un’area sul lato ceco del confine.
Hanno allontanato in malo modo giornalisti cechi e cittadini perplessi che si erano avvicinati per chiedere cosa diamine stesse succedendo.
Poi hanno ricevuto ordine di ritirarsi. Successivamente il governo polacco si è vagamente scusato.
L’esercitazione era stata organizzata per addestrare reparti paramilitari di ragazzi e ragazze sostenitori del partito sovranista di maggioranza.
In molte nazioni stanno andando al potere forze nazionaliste, col culto della politica estera muscolare e alcune stanno creando pure forze paramilitari di giovani sostenitori del loro leader al potere.

Mi chiedo “Cosa potrebbe andare storto? cosa?”


Si senta pure libera di non scegliere.

In Umbria la governatrice leghista ha cancellato la possibilità di aborto farmacologico in day hospital.
Aggiornamento:
scusate. Parrebbe che io abbia riportato la notizia in modo errato. Fidandomi di una testata giornalistica solitamente attendibile.
A quanto pare l’abolizione riguarderebbe solo la possibilità di assumere il farmaco abortivo in Day Hospital.

Mi spiace molto per l’errata informazione.
Prima di disegnare e postare, devo ricominciare a incrociare una notizia su più testate, indipendentemente dalla serietà di quella su cui l’ho letta.

.


Sarah Hegazi

Si è tolta la vita Sarah Hegazi, la giovane attivista arrestata In Egitto nel settembre 2017 per aver sventolato una bandiera arcobaleno a un concerto dei Mushrou Leila, una band molto famosa in Medio Oriente. Il leader della band è gay e, come il resto del gruppo, difende apertamente i diritti di gay e lesbiche.
Dopo due mesi di violenze fisiche e psicologiche da parte dei carcerieri, Sarah è stata rilasciata su cauzione. Riuscita ad ottenere la protezione internazionale in Canada, la giovane ha lasciato L’egitto per il paese nordamericano.
Purtroppo non è mai riuscita a lasciarsi alle spalle del tutto le violenze subite durante la prigionia.
Negli ultimi anni in Egitto la repressione nei confronti degli omosessuali è in costante aumento.


Zohra

In Pakistan, nel Punjab una bambina di otto anni di famiglia molto povera lavorava come domestica presso una giovane coppia benestante e accudiva il loro figlio di un anno.
Non si sa se accidentalmente o no, alcuni giorni fa la bambina ha liberato due pappagalli dalla loro gabbia. Per questo è stata percossa a morte dalla coppia.


L’elefante indiano

Alcuni giorni fa una femmina di elefante incinta, uscita in cerca di cibo dalla foresta del Silent Valley National Park in India, ha mangiato un ananas riempito di petardi. Anche se illegali, queste esche esplosive vengono usate per allontanare i cinghiali dalle coltivazioni
L’esplosione ha ferito gravemente l’animale che, terrorizzato e sofferente, ha cercato sollievo nelle acque del fiume Velliyar.
Inutili i tentativi per salvarla. È morta in riva al fiume.


Foreste vergini

Nel 2019 sono stati distrutti 3,8 milioni di ettari di foresta vergine. L’equivalente della superficie della Svizzera.


Hong Kong naviga in acque pericolose

Il governo cinese sta per approvare una nuova legge sulla sicurezza nazionale che darà alla Cina maggiore controllo su Hong Kong.
Si teme che la nuova legge permetterà all’intelligence cinese e alle forze di sicurezza di violare il diritto di parola a Hong Kong e di reprimere manifestanti, attivisti e forze democratiche di opposizione.
Questo potrebbe essere un primo passo per minare l’accordo del 1984 tra Cina e Gran Bretagna, registrato presso le Nazioni Unite, che garantisce autonomia e libertà a Hong Kong.


George Floyd

A riguardo dell’omicidio per soffocamento di George Floyd durante l’arresto.


Escalation in Libia

Sta crescendo il coinvolgimento contrapposto di Turchia e Russia nel conflitto interno libico.
La Russia, che appoggia il generale Haftar, ha appena spostato in Libia sei Mig29 e due Sukhoi 24, in risposta agli attacchi di droni forniti alle truppe governative dalla Turchia.
Negli ultimi giorni, anche grazie all’uso dei droni, le truppe governative fedeli a al Serraj hanno distrutto diverse batterie antiaeree e riconquistato la base aerea di Watyia.
Oltre ad aver fornito mezzi ed equipaggiamenti, Russia e Turchia hanno messo sul campo anche truppe di compagnie mercenarie: la Wagner per la Russia e la Sadat per la Turchia.


In ricordo di Ezio Bosso

Mi è stato chiesto se potevo disegnare qualcosa sulla scomparsa di Ezio Bosso, musicista e pianista torinese che soffriva da alcuni anni di una malattia neurodegenerativa.
Ho aperto in photoshop un documento quadrato bianco e ho iniziato a disegnare a mente libera. Questo è quello che ne è uscito. Spero sia adeguato.


Immagine

Buona festa della mamma


Una pandemia di autoritarismo

Molti paesi e leader autoritari (o sulla strada per diventarlo) stanno usando lo stato di emergenza per ottenere poteri eccezionali, perseguire dissidenti, silenziare la stampa o chi critica il governo, isolare le opposizioni o aumentare il controllo della popolazione.
Si teme che, al contrario di molti paesi democratici, dove, una volta terminata l’emergenza sanitaria, verranno revocate eventuali limitazioni delle libertà individuali, nei paesi più autoritari vengano mantenute in vigore normative liberticide o antidemocratiche.

Il prezzo più alto

Il prezzo più alto
In tutto il mondo il personale sanitario sta pagando il prezzo più alto della lotta al coronavirus. Solo in Italia sono deceduti 89 medici, 25 infermieri, 6 farmacisti e sono più di undicimila gli operatori sanitari contagiati.


Orbán ottiene i pieni poteri

Nonostante in Ungheria si contino poche centinaia di casi di contagio, col voto parlamentare del partito di maggioranza sovranista Orbán ha ottenuto poteri straordinari senza limiti di tempo. Può cambiare e sospendere leggi, governare tramite decreti, chiudere il parlamento, bloccare elezioni, incarcerare eventuali voci scomode con l’accusa di diffondere notizie false e spetta a lui decidere quando finirà lo stato di emergenza.
Orbán già aveva blindato media e magistratura e, anche grazie agli stretti rapporti col gli oligarchi a capo delle 400 maggiori aziende nazionali, ottenuto il controllo della maggioranza dei mezzi d’informazione.


Pax epidemica

Uno dei pochi aspetti positivi del coronavirus.
Pare che, in varie parti del mondo, il timore della pandemia stia inducendo molte fazioni in guerra a proclamare delle tregue temporanee.


Immagine

Au revoir Uderzo


Non siamo soli

Gli Stati Uniti hanno attrezzato un ospedale da campo e inviato attrezzature mediche e un’unità mobile di stabilizzazione da 10-40 pazienti, Cuba ha inviato 50 tra medici e infermieri specializzati in epidemie, la Russia nove aerei da trasporto con attrezzature, veicoli speciali e personale, la Cina molte tonnellate di attrezzature, materiale sanitario, medici e infermieri, la Germania tre aerei da trasporto con respiratori e altro materiale medico, inoltre ospedali tedeschi stanno iniziando ad accogliere pazienti italiani.
Probabilmente ho dimenticato anche altri aiuti internazionali.
Perché in tempi in cui la pandemia minaccia tutto il mondo, non è così scontato donare risorse prezione ad altri paesi.


Immagine

Clicca Trump, priego


Tarta libreria

Era da una decina di giorni che avevo in mente questa piccola galleria di finti libri, ma sono indietro col lavoro.
Alla fine non ho resistito e l’ho disegnata:-)
Spero possa divertire.


Patrick Zaky

Il 7 febbraio Patrick George Zaky, attivista e ricercatore egiziano di 27 anni, che vive e studia a Bologna, è stato arrestato all’aeroporto del Cairo e portato in uno degli edifici dei servizi segreti che fanno a capo al Ministero dell’Interno egiziano (gli stessi servizi sospettati d’aver rapito, torturato e ucciso Giulio Regeni).
Qui Patrick è stato interrogato a lungo e torturato con l’elettricità.
Ora è detenuto sulla base di verbali e prove falsificate.


Rinnovato l’accordo Italia-Libia

Vani gli appelli, tra i quali quello del Commissario per i Diritti umani del Consiglio d’Europa, a rivedere l’accordo che finanzia gli inumani campi di prigionia per migranti in Libia.
Per l’Onu i campi di prigionia sono irriformabili, e vanno chiusi.
Il memorandum Italia-Libia firmato nel 2017 da Gentiloni e al-Serraj per fermare i barconi nel Mediterraneo e deportare i migranti nei centri di detenzione libici, è stato rinnovato automaticamente ieri.


Renna 4WD

Ieri pomeriggio ho finalmente finito e inviato dei bozzetti di lavoro a cui ho lavorato abbastanza febbrilmente negli ultimi dieci giorni.
Una volta inviati, mi sono fatto un caffè e ho pensato “potrei fare un disegnino cretino di una renna pazza sulla neve da mandare ad amici e clienti, oppure pulire il bagno che, tralasciato sempre per via della suddetta consegna, necessiterebbe di una seria passata.
C’è stata una scelta sofferta in cui ha prevalso il buon senso.

Spero vi piaccia questa renna a trazione integrale:-)


Yasaman Aryani

Fare un gesto gentile, come donare un fiore, in #Iran può essere molto pericoloso.
La scorsa primavera, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, a capo scoperto e a bordo di un treno insieme alla mamma, la giovane #Yasaman ha distribuito fiori negli scompartimenti riservati alle sole donne. Alle donne che ha incontrato ha parlato di un futuro nel quale tutte potranno scegliere liberamente cosa indossare.
La ragazza è stata arrestata e condannata a 16 anni di reclusione, che ora sta scontando.
#AmnestyInternational sta promuovendo una petizione per richiedere la scarcerazione di Yasaman Aryani.
Per partecipare, questo è il link
https://www.amnesty.it


Immagine

Fìdati