Senza categoria

Chi cammina nell’oscurità

Diciamo che, se una sopravvissuta ad Auschwitz comincia a ricevere duecento minacce al giorno e dev’essere accompagnata in ogni spostamento da due carabinieri per essere protetta, Salvini, la Meloni e chi ha intenzione di votarli qualche domanda potrebbero pure farsela.

width=


Il muro


La segretissima base sotterranea della folletto

Qualcuno mi ha chiesto “Non trovi sospetto che in pochi mesi ben cinque diversi rappresentanti della Folletto si siano presentati sulla soglia di una casa di campagna alla fine di una strada non asfaltata?”
Esatto! È proprio quello che ho pensato anche io.
L’unica ipotesi ragionevole è che dietro casa mia, sotto il boschetto, ci sia una delle loro basi segrete.
Durante le scorse settimane, quindi, mi sono guardato attorno fingendo di passeggiare col cane e ho trovato una legnaia molto sospetta.
Troppo perfetta. Con quell’aria da legnaia che non vuole dare nell’occhio. Sono certo che celi uno degli ingressi alla base segreta.
Ne ho parlato a lungo con la cana e, da questo brainstorming umano-canide, è nato il seguente schema.
Ho ancora qualche dubbio sul Grande Acaro, ma la cana giura d’averlo incrociato più volte nel bosco.


Immagine

ad patreon


Immagine

Salute sulla fiducia


Immagine

Cos’è questo scalpiccio


Una settimana impegnativa