Articoli con tag “piacenza

Guarda, un castello. Abbattiamolo

Sono arrivato a pagina 104 del librocana. Ancora 46 e poi ho finito.
In questa pagina la cana arriva a Montecanino, dove scoprirà qualcosa di interessante nei sotterranei.
A Montecanino (che ho disegnato abbastanza male) si mangia in modo strepitoso, c’è una vista fantastica e dei bei resti di un castello.
Bizzarramente nel piacentino c’è un castello o una casa fortificata ogni cento metri, il più delle volte distrutti, ricostruiti, poi ridistrutti, poi ricostruiti, poi ridistrutti.
A quanto pare a quei tempi lo svago nel fine settimana era mandare cavalieri e truppe in collina ad abbattere castelli.


Immagine

Ma i teli, invece, servono?


Salumi in pericolo

C’è pure gente che li avvolge col domopak non appena intravede una bandiera leghista in strada.


Lo sterrato è la nuova statale


La birra con aranciata è stranamente malvista

La cana mi ha domandato “ma se fossi di passaggio da Piacenza e volessi mangiare un panino da Davide e Sabrina, i nostri vicini di casa che sono anche i gourmet dell’alta gastronomia street food piacentina, dove li trovo?”
In via Pietro Cella 9/b a Piacenza. Però non dirgli che ti mando io perché quando ha saputo che ho fatto la carbonara col tofu, mi ha tolto il saluto.


Vuoi toccare il mio canide? (A christmas tale)


Immagine

Capriolini


Salami

Giorni fa mi sono fermato a fare la spesa a Piacenza in un megastore (così diceva di chiamarsi) e mi sembra ormai assodato che nel piacentino, se apri un centro commerciale, devi destinare almeno un quinto della metratura all’area “Salumi e affettati”


Cavallette e diagrammi


Immagine

Ospiti dai gusti musicali sofisticati


Immagine

Dimenticavo


Immagine

Pierpaolo


Censisci ‘sto cinghiale

Storie vere dalle colline dietro la futura tartacasa.


La guarnizione che è in te

Ho postato (sul Post) una nuova storiella. Racconta d’allacciamenti sofferti, tecnici accigliati, guarnizioni uniche, mantra ipnotici, divinità reclamate, riff di pinza, guarnizioni del prestigiatore, koyaaanisqatsi e dialetto mantovano millantato.