Ultima

Immagine

ad patreon

Tuono Pettinato

Purtroppo è morto oggi il fumettista Tuono Pettinato.

Carolina

Carolina Vilches Fuenzalida, è un’attivista di Mujeres Modatima, organizzazione per la difesa dell’acqua, della terra e della protezione dell’ambiente della provincia di Petorca (Cile).Lei e le sue compagne di lotta subiscono spesso vessazioni, minacce e stigmatizzazioni a causa del loro attivismo in difesa del diritto all’acqua, in zone dove la siccità e le sue conseguenze sulla salute e sulla vita delle comunità locali rappresentano una grave emergenza. Anche denunciare alle autorità è inutile: le indagini non vengono svolte.Il caso più grave è stato un tentativo di investimento da parte di un furgone con vetri oscurati e senza targa, mentre Carolina era con suo figlio di 12 anni.Poco prima, l’attivista aveva denunciato una grande impresa agricola, El Peñón de Zapallar, che possiede diverse fattorie nella provincia di Petorca e continua a estrarre acqua senza misurarne l’impatto sulla comunità circostante.

Toys Center e la pioggia

La settimana scorsa Christian mi ha scritto “Tarta, il nostro giocofumetto ora verrà venduto anche in tutti i Toys Center!”.
Io e la cana siamo impazziti dalla gioia, abbiamo gridato, abbiamo pianto, abbiamo ballato nudi in giardino sotto alla pioggia.
Poi, esausto, sono rientrato in casa e, con un asciugamano sulle spalle, ho risposto a Christian “Cosa è Toys Center?”.

Lui mi ha detto “Porcoilpunteggio, Tarta, è una grossa catena di negozi di giochi: 120 punti vendita in Italia!”
e allora io e la cana abbiamo pianto, abbiamo ballato nudi sotto la pioggia e via così.

Sarebbe bello poter ordinare questo rutilante fumetto-librogame realizzato a quattro mani da me e da Christian (fantasticoso game designer)?
Essì. Magari.
(sospirone)
Aspetta un momento! Ma è possibile.
“Un giorno da Cana”Su Amazon:https://amzn.to/306NvIv

Sul sito dell’editore:https://www.msedizioni.it/catalogo-giochi/un-giorno-da-cana/

e da altri rivenditori e librerie.

Ma Aeint

Il 5 giugno in Myanmar i militari hanno arrestato la nota regista Ma Aeint e nessuno ha più avuto sue notizie. Si teme che sia stata portata in uno dei cinque centri di detenzione segreti dove negli ultimi mesi sono scomparsi dissidenti, sostenitori di Aung San Suu Kyi e giornalisti e dove si ritiene che avvengano torture e violenze.

David Dushman

Nella notte tra venerdì e sabato è morto a Monaco, all’età di 98 anni, David Dushman, il carrista sovietico che col suo carro armato abbatté la recinzione elettrificata di Auschwitz. All’epoca era ventunenne e aveva combattuto nella battaglia di Stalingrado. Dushman rase al suolo la recinzione che separava l’orrore del campo di sterminio dal resto del mondo; nei decenni a venire raccontò la sua esperienza a generazioni di studenti.

Pentole toste

Una persona che non sono io mi scrive “Tarta, sono una persona che non sei tu. Ieri ho preparato alcuni vasetti di marmellata di albicocche. Come al solito ho dimenticato di mescolare di continuo per evitare che si attaccasse al fondo della pentola e come al solito si è formato uno strato nero di marmellata e zucchero carbonizzato cementato al fondo della pentola.
Farla bollire con acqua e detersivo da piatti e lasciarla a mollo tutta la notte sempre con acqua e detersivo non ha giovato molto.Cosa mi consigli per tornare in possesso della mia pentola grande?”
Voi cosa rispondereste a questo cretino che non sono io.
A) Vai sul bordo di un vulcano e getta la pentola nella lava.
B) Tipo che non sei il Tarta, riempila di terra e piantaci delle calendule.
C) Mettici dell’acqua, del bicarbonato, dell’aceto, dello chanteclair, dell’ammorbidente ai mirtilli, del succo di limone, due aspirine e falla bollire a fuoco basso per un anno.
D) Tieni per qualche giorno la pentola rovesciata su un piccolo altoparlante wireless che riproduce in loop vari brani di Phil Collins.
E) Ti tocchi.
F) Entra nella casa dei vicini e scambia le pentole.
G) Non sa/Non risponde.
H) Altro

4 giugno 1989

Il 4 giugno di 32 anni fa l’esercito cinese irruppe in piazza Tienanmen travolgendo con i carri armati gli studenti e sparando con i fucili, ponendo così fine a una serie di manifestazioni popolari di massa in cui studenti, intellettuali e operai chiedevano riforme e democrazia.
In Cina è vietato parlare dell’evento e non ci sono stime ufficiali del numero dei morti civili. La Croce Rossa riferì di 2.600 morti e 30.000 feriti. Amnesty International stima che poi almeno un altro migliaio di manifestanti vennero successivamente fucilati con l’accusa di “ribellione” e danni a veicoli militari.
Uno dei simboli più importanti della protesta di piazza Tienanmen è un ragazzo sconosciuto e coraggioso che si oppose al passaggio di una colonna di carri armati rimanendo in piedi davanti al primo veicolo, bloccandolo più volte quando questo tentava di aggirarlo e mettendosi poi a parlare con il pilota del carro per convincerlo a non proseguire verso la piazza.
Le foto girarono il mondo. Il ragazzo venne arrestato appena dopo il suo gesto. Non ci sono notizie certe sulla sua sorte o identità. Si suppone sia stato fucilato o incarcerato.

Tienanmen

Stamattina prima di mettermi a lavorare ho disegnato un’immagine da postare domani in ricordo della strage di piazza Tienanmen e del ragazzo coraggioso che si mise davanti a una colonna di carri armati cercando di fermarli.

Saman

Questa mattina leggevo la brutta storia di Saman Abbas, la diciottenne di Novellara che si opponeva a un matrimonio combinato con un cugino in Pakistan e che si teme sia stata uccisa. I video delle telecamere di sorveglianza dell’azienda agricola mostrano i genitori che l’accompagnano nei campi dietro casa, dove la sera prima si erano inoltrati lo zio e cugini con pale, piccone e un piede di porco.

2 giugno

Settantacinque anni di Repubblica Italiana. Buon anniversario a tutti.