Articoli con tag “vita vera

Uccelli da aspirapolvere

Ieri mattina sono entrato nel garage per prendere il robottino aspirapolvere che stava sonnecchiando sulla sua base di ricarica. C’era poca luce e non mi sono accorto che sul robottino dormiva un piccolo pettirosso.
L’uccellino si è spaventato ed è volato via gridando “Porcatrota! c’è un tizio!”
Io mi sono spaventato mollando il robottino e gridando “Porcatrota! C’è un coso che vola!”
Il robottino è caduto spaventato gridando “Porcatrota! mi fanno cadere!”
Immagino che, visto che non la lascio quasi mai parcheggiata fuori, il pettirosso sia entrato dalla fessura sopra la porta basculante così da riuscire a cacarmi sulla macchina.
Purtroppo l’auto era sporchissima e non c’era soddisfazione a decorarla col guano, quindi il pettirosso si è rassegnato addormentandosi sul robottino.
Ho aperto la porta basculante e lui è uscito volando con aria seccata.
Però, mentre tornavo a riprendere il robottino ho notato che sulla polvere del lunotto dell’auto qualcuno con piccole ali aveva scritto “Lavami”.
Ho fatto questo disegno, poi sono sceso a lavarla.

L’inglese puffoso

Cronaca di ieri mattina.
Eccetto la mail, che invierò oggi.


Perché la lava ha un suo fascino

Ieri sono stato all’Agenzia delle Entrate.
Un’ora e mezza dopo ne sono uscito col documento desiderato, ma non sarò mai più lo stesso pelato sbarazzino e ottimista di prima.
PS: una mia ex ragazza mi ha scritto un messaggio per sottolineare che la pecetta nera è decisamente sovradimensionata.
Poi ci si lamenta se la gente diventa pessimista.


Te l’avevo detto

Vi ricordate di quando tutti mi dicevano “Tarta, non fare il tirchio. Non prendere un gruppo di continuità da quaranta euro per il computer. Farà schifo e durerà pochissimo.”
Beh, <borbotta mode ON> avevano ragione <borbotta mode OFF>.
Quindi, “tel’avevodetto” libero per tutta la settimana.


Cra!


Che maglietta indosso? Ora controllo

E io che mi lamentavo della gente che in città smanetta sul cellulare mentre guida.


Il ritrovamento

Gianpaolo, il bassista dentro, mi ha appena spedito un altro coleotterogramma che dice – So che hai postato su Patreon una nuova vignetta, al cui riguardo una di quelle odiose false notizie clickbait che si trovano sui siti dei quotidiani nazionali titolerebbe: “Un uomo molto calvo ha scoperto per caso tra la vegetazione dietro la sua casa qualcosa di così incredibile da cambiargli la vita”.
In effetti è così. Si può leggere sulla tartapaginapatreon.
Vieni anche tu nella tartacanasaladilettura con accesso semindiretto in anteprima (e spesso in esclusiva) al mio tavolo da disegno.
Con due dollari al mese (il prezzo di un caffé o sei biscotti industriali o una cravatta di carta color viola Conte) si può aiutare (assieme ad altri coraggiosi) a finanziare la cana e le mie storie e vignette satiro-cano-capriolo-piozzaneso-cazzabuffeggianti.
Nell’immagine un dettaglio della vignetta “il ritrovamento”.
#tartamolesto #chetrovacose #inquietanti #patreonizzatianchetu #eiltuocane


Prati a spazzola


Spaghetti da cartoleria

Ebbene sì, li ho mangiati lo stesso.
Erano dei buoni spaghetti? No.
Ma la vita a volte è così: molto, molto, molto poco al dente.
PS: è successo ieri. Adesso sta bollendo e ho controllato solo quelle due-tre volte se il timer è partito.


Immagine

Ti sei perso?


Immagine

Quali pomodori?


Le segheture nel cervellele