Archivio per ottobre, 2016

Luccacomics 2016 – Episodio 1

Ho postato una nuova storiella. La potete trovare qui.
Come suggerisce lo stesso titolo è il primo episodio della mia discesa a Luccacomics di fine ottobre. Narra di cioccolatini belgi, colleghe svedesi in biancheria intima, conversazioni surreali, porcellane in pericolo, direttori distratti, tenori risorti, vivavoce insidiosi, tavole lassative, copertine minimaliste, brutti tratteggi e l’implacabile “ma infatti”.

luccacomics2016_1

 

Annunci

Luccacomics

Dove e quando sarò a Lucca. Se volete passare per un saluto, due chiacchiere, uno scambio di miniature di star wars, dare un’occhiata al mio libro fresco di stampa. Le solite cose insomma.
#Luccacomics #tartalibro

standcomicout1 standcomicout2


“U” della slowcomix

Oltre al mio rutilante libro “l’Italia spiegata agli alieni” edito dalla ComicOut e in vendita dal 27 ottobre, quest’anno a Lucca sarò presente (con una storiella inedita di cinque pagine) anche sul libro a firma collettiva “U”. Oltre a me medesimo ci sono un sacco di autori bravi. È una bella iniziativa a scopo benefico e consiglio di fare un salto al loro stand.
Insieme alla copertina del libro metto anche un dettaglio della prima tavola della mia storia.
Questa sotto è la presentazione del libro coll’elenco degli autori:

In occasione del cinquantesimo compleanno di “Lucca Comics & Games” (28 ottobre – 1° novembre), l’associazione no-profit di promozione culturale del fumetto “Slowcomix” di Prato presenta il volume antologico U, che ha l’ambizione di celebrare la grande tradizione del fumetto “U”moristico internazionale.
Si può dire, infatti, che i fumetti siano nati per far ridere i lettori, tanto che ancora oggi vengono identificati come “comics” nella lingua inglese. Anche in Italia abbiamo una lunghissima tradizione di fumetti umoristici, che parte dagli albori del ‘900 con il Corriere dei Piccoli e le sue didascalie in rima, per arrivare fino ai giorni nostri, con le più moderne interpretazioni digitali.
Il volume ripercorre la storia del fumetto umoristico attraverso gli omaggi di autori italiani contemporanei fatti a personaggi o altri autori fra quelli che amano e che dell’umorismo disegnato (e non solo) hanno fatto la storia. Tutto questo, ovviamente, senza alcuna pretesa di esaustività.
Nell’impresa sono stati coinvolti ben 35 autori, fra veterani e giovani leve, che hanno contribuito gratuitamente alla realizzazione del libro, i cui proventi saranno devoluti alla Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.
A seguire la lista completa degli autori coinvolti, in rigoroso ordine alfabetico: Gianni Allegra, Andrea Barattin, Moreno Burattini, Daniele Caluri, Andrea Camerini, Pablo Cammello, Adriano Carnevali, Sauro Ciantini, Lido Contemori, Lele Corvi, Pino Creanza, Darix, Deco, Dr. Pira, Frago, Stefano Frassetto, Ale Giorgini, Grillo, Joshua Held, James Hogg, Davide La Rosa, Walter Leoni, Enzo Lunari, Leo Magliacano, Maicol&Mirco, Stefano Misesti, Marilena Nardi, Francesco Natali, Bruno Olivieri, Giorgio Salati, Giuseppe Scapigliati, Stefano Tartarotti, Tomas, Emanuele Tonini, Andy Ventura. Prefazione del critico specializzato Ferruccio Alessandri.
Il volume, di 88 pagine, sarà venduto al prezzo di 12€ nel corso di Lucca Comics & Games presso la Self Area (stand SA21) in piazza dei Servi.

14681580_10154664463534581_8186958041546725549_n bloom-county1


Caro diario – Pronto? Schiaparelli?

Ho postato sul Post una storiella breve sulla sonda Esa spalmata sul suolo marziano. Racconta di rover pistoleri, ricerche locali, leghisti marziani, parcheggiatori di rover, movida marziana, seduzione geologica, satelliti apprensivi e frenate alternative,
schiaparelli1


Caro diario – La giunta Raggi e la strategia del coleottero

Ho postato una nuova storiella breve sul Post. Narra di stalkeraggi nazionali, fughe sui tetti, l’Appendino che fa compere in un sex shop, code in posta, mutande aggiustate in prima pagina, commessi da turnover, messaggi di Marino, tecniche di sopravvivenza da coleotteri e molto altro.
Baci

raggi1


Elettrodomestici felici di vederti

elettrodomestici1 elettrodomestici2


Die hard – condominium meeting (a quasi colori)

È uscita sul Post una versione monocromaticamente colorata della storiella sulla riunione condominiale. Ok, ok, era già apparsa  su questo blog almeno un anno fa. Ma diciamocelo: era completamente monocromatica.
È tutta un’altra cosa.
Comunque… racconta di istinti primordiali, venditori della folletto, religioni per pigri, lampade da difesa, anziane detective porno, deleghe ambite, la temuta Cazzulli, studi universitari finlandesi, amministratori bisbigliosi, l’ancor più temuto Bertoletti e la sua borsa archivio, fantocci da sedia e molto altro.

riunione_condominiale1