Articoli con tag “piozzano

Steve McCana

Ieri a mezzanotte quella squilibrata della mia cana, purtroppo, ha scoperto che per inseguire nel bosco un capriolo transitato dietro casa basta scavare sotto la recinzione.
Oltre a essere pericoloso già di suo (nei boschi possono esserci delle trappole per volpi), proprio la notte prima il mio vicino aveva visto dei lupi dietro casa.
Così, per riportarla indietro, sono dovuto andare a zampettare nel bosco, su per la collina innevata, alla luce della mia torcia da cranio.
La prima immagine (della cana in fuga) è presa dalle telecamere di sicurezza, la seconda (di me che arranco nel boschetto) l’ha scattata un capriolo col suo smartphone e me l’ha gentilmente inviata su WhatsApp.



Immagine

Ma non è questa la sera! (cit. Aragorn)


Nebbia serale

Si disegna una vignettona seral-nebbiosa per patreon.
https://www.patreon.com/tartarotti
Patreonizzati anche tu. Abbiamo i cachi.


i cachi della zizzania


Yeeeeee

Una nuova storia di quattro pagine su #Patreon! Yeeeeeee! (lo Yeee l’ho fatto io con la bocca in finto coro). Cosa aspetti? Corri su Patreon? (ok, la smetto di gridare).
SU PATREON! (scusate, non ho resistito)
Giustamente direte “Tarta, maledetto pelato, non mi freghi mettendo solo la prima pagina come teaser. Mi basta aspettare solo qualche giorno e poi potrò leggere anche io le altre tre pagine”.

Questo è vero, ma in questo momento la storia intera è lì su Patreon che langue in balia dei tartapatreonisti. Potrebbe essere anche tua, adesso, per soli due dollari al mese.

(il tartaserpentetentatore si arrotola soddisfatto sotto la mela sull’albero)


Trattoria Stella

E questo è un disegno fatto per la Trattoria Stella di Piozzano. Sono gentilissimi, si mangia molto bene e con prezzi modici.
Fine della recensione in stile tripadvisor. voto 5 cana su cinque🐕🐕🐕🐕🐕
Mi avevano chiesto un disegno. Ero brillo e sul momento ho fatto una schifezza fatta a penna. Così poi ho disegnato questo. OK, le somiglianze non ci sono come al solito. Ma è più bellino.


Il barone fesso

Oggi sono andato a fare la spesa in pianura e mi sono ritrovato immerso nella nebbia.
Al ritorno verso casa, mentre guidavo risalendo le colline, sono passato in pochi secondi dal grigio lattiginoso con poca visibilità al cielo azzurro e intenso.
È stato fantastico. Mi sono sentito un pilota di biplano che ha appena sforato il tetto di nuvole